La politica scolastica del M5S Suggerimenti per la legislatura 2023-2028

Sono sempre stato severamente critico verso l’operato del MIUR e dei gruppi che lo hanno egemonizzato negli ultimi vent’anni, ravvisandovi la mancanza di una visione complessiva, una superficiale e modaiola cultura umanistica, l’incomprensione delle correnti di senso che animano quella che sta diventando la più grande rivoluzione scientifica dagli anni venti del secolo scorso.

Leggi tutto: La politica scolastica del M5S Suggerimenti per la legislatura 2023-2028

Perché la scuola è in crisi?

Lo stallo dell’istituzione scuola nasce dall’incapacità di cogliere il senso dei cambiamenti normativi. Le innovazioni sono lette dal tradizionale punto di vista: la trasmissione del sapere è il traguardo intangibile. Una fissità, l’origine del naufragio di tutte le riforme elaborate negli ultimi quarant’anni [in rete: “Il Miur naviga a vista”].

Leggi tutto: Perché la scuola è in crisi?

La Buona Scuola tagli-ATA

Che la Buona Scuola di Renzi si fosse dimenticata del personale ATA  era chiaro ed evidente a tutti.La Legge 107/15 tra i tanti buchi ed amnesie ha tralasciato completamente di affrontare la questione del personale amministrativo,tecnico ed ausiliario.

Leggi tutto: La Buona Scuola tagli-ATA

Una “Nota” stonata. Le indicazioni MIUR per adeguare il Piano dell’Offerta formativa.

Il Dipartimento per il Sistema educativo del MIUR ha inviato ai Dirigenti scolastici una Nota (n. 1830 del 6.10.’17)[1] finalizzata a fornire alle scuole ‘indicazioni utili” per adeguare e integrare il Piano Triennale dell’Offerta Formativa (in seguito, PT): sia alla luce delle disposizioni della L.107/’15, sia a seguito dell’emanazione dei recenti Decreti legislativi previsti dalla stessa Legge.

Leggi tutto: Una “Nota” stonata. Le indicazioni MIUR per adeguare il Piano dell’Offerta formativa.

Organici dell'autonomia e il balletto dei numeri

Annunciare 52mila assunzioni nella scuola fa ancora un certo effetto, soprattutto nel desolante panorama nazionale, caratterizzato da una preoccupante disoccupazione giovanile oltre il 40%. Così la Ministra Fedeli con quell'annuncio ha coperto la mezza sconfitta col Mef   Dei 25mila   posti chiesti dal Miur da consolidare in organico di diritto il  Mef  ne aveva concessi prima 9.600 e solo dopo un durissimo braccio di ferro  si è arrivati a 15mila che sono esattamente la metà dei 30.262 accertati in organico di fatto 16/17.

Leggi tutto: Organici dell'autonomia  e il balletto dei numeri