Cacciavite o bulldozer per la Buona Scuola ?

Il 2016 doveva essere l'anno della cosiddetta Buona Scuola. Dalla chiamata diretta dei docenti all'organico potenziato, dal Bonus sulla formazione al Bonus sul merito, dal piano straordinario sulle assunzioni allo straordinario piano sui trasferimenti. Ma come si è visto, non tutto è andato per il verso giusto. Era l'impostazione di fondo ad essere sbagliata .

Leggi tutto: Cacciavite o bulldozer per la Buona Scuola ?

Dopo Expo il futuro della qualità nella ristorazione scolastica

Tempi grami per i comuni ai quali è richiesto un contributo importante per il risanamento dei conti pubblici. Le norme del Patto di stabilità determinano per tutti gli enti locali una minor disponibilità finanziaria che li costringe a ridurre le spese e a riorganizzare i servizi. Nel contempo la crisi economica incentiva la richiesta rivolta ai comuni di nuovi interventi in campo sociale per contrastare il disagio e l'aumento delle diverse forme di povertà.

Leggi tutto: Dopo Expo il futuro della qualità nella ristorazione scolastica

Un popolo di mascalzoni

Avevo 13, 14 anni, vivevo a Ostia, o meglio, allora “Lido di Roma”, come voleva il Duce, ed ero solito prendere il trenino e venire a Roma, per incontrare parenti e amici, e, quando giungevo all’altezza dell’E42, sulla destra, mi si profilava gigantesco il Colosseo quadrato… cosi eravamo soliti chiamare il Palazzo della Civiltà Italiana.

Leggi tutto: Un popolo di mascalzoni

L’analisi termografica può prevenire le cadute di intonaco dai soffitti delle scuole

La caduta dell'intonaco è un fenomeno abbastanza diffuso, sia su edifici scolastici vecchi che su nuove costruzioni, che crea spesso infortuni a persone o danni a cose. La caduta dell'intonaco avviene per una deformazione dello strato di finitura a seguito di un suo distacco dall'elemento murario, sia esso in laterizio o in calcestruzzo.

Leggi tutto: L’analisi termografica può  prevenire le cadute di intonaco dai soffitti delle scuole 

Action Aid: Ragazzi al sesto anno in moduli, inaccettabile

"Come Action Aid da oltre un anno stiamo affiancando le comunità delle scuole aquilane, per chiedere una ricostruzione delle scuole. Abbiamo anche fatto un appello al presidente del Consiglio con 'Matteo fai scuola', proprio riprendendo le priorità del Governo tra cui quella dell'edilizia scolastica, chiedendo però speciale attenzione per la situazione de L'Aquila". Sara Vegni è la referente territoriale di Action Aid proprio per L'Aquila.

Leggi tutto: Action Aid: Ragazzi al sesto anno in moduli, inaccettabile