Sostegno e inclusione scolastica: come segnalare inadempienze

Anffas lancia una campagna di mobilitazione per monitorare e individuare eventuali problematiche e lacune nell’applicazione dei diritti degli studenti con disabilità. Manca poco più di un mese all’avvio dell’anno scolastico 2017/2018 e come avviene ormai costantemente, le domande che si pongono tutti gli studenti con disabilità e le loro famiglie restano sempre le stesse: le ore di sostegno assegnate a mio figlio saranno quelle di cui ha realmente necessità e soprattutto saranno garantite?

Leggi tutto: Sostegno e inclusione scolastica: come segnalare inadempienze 

Fare inclusione ci riguarda

«Nel corso degli anni – viene sottolineato dall’ANFFAS di Padova (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) – abbiamo dato il nostro contributo per definire cornici ideali e valoriali entro cui costruire e sviluppare percorsi orientati a rimuovere le barriere fisiche, culturali e sociali che impediscono la piena partecipazione delle persone con disabilità a tutti gli aspetti della vita e a promuoverne con efficacia l’autodeterminazione, per far sì che ciascuno possa incontrare, in relazione alla propria situazione, le stesse opportunità di vita

Leggi tutto: Fare inclusione ci riguarda

Una buona bussola per una scuola inclusiva e competente. Una segnalazione

Il tema dell’inclusione nella formazione scolastica è certamente tra quelli che oggi – e non solo nel Primo ciclo – merita più attenzione e approfondimento, perché varie e variegate sono le sue articolazioni e fortissima la sua rilevanza. Sia per la portata del fenomeno migratorio nel nostro Paese, sia per domanda sempre più diffusa di far diventare centrale le problematiche della diversità e della individualizzazione, che sono frontiere ancora in gran parte da esplorare.

Leggi tutto: Una buona bussola per una scuola inclusiva e competente.  Una segnalazione

Scuola: la FISH chiede un confronto con il Ministero

. «Esprimiamo apprezzamento per il lavoro compiuto dalle Commissioni Parlamentari. Le loro proposte migliorerebbero, se adeguatamente recepite dal Ministero, gli Schemi dei Decreti ritenuti in origine largamente insoddisfacenti. Sono numerose, anche se non tutte, le nostre richieste recepite dalle Commissioni, e tuttavia, oltre alla preoccupazione sull’effettiva adozione dei suggerimenti da parte del Ministero, rimangono irrisolti alcuni elementi tutt’altro che marginali e che potrebbero inficiare l’intero impianto della riforma stessa».

Leggi tutto: Scuola: la FISH chiede un confronto con il Ministero