Il Miur ha il paraocchi

L’insegnamento universitario differisce  da quello della scuola secondaria: rispondono a modelli differenti. La conoscenza, la cui trasmissione è finalità del primo, diventa lo “strumento e l’occasione d’apprendimento” del secondo.

Leggi tutto: Il Miur ha il paraocchi 

La Corte e la scuola

L’ultimo parere degli ermellini, che invalida la delega della Legge 107 circa la “costruzione” del “sistema 0-6” mi pare possa essere oggetto di analisi interessante più che per il merito dell’ipotesi invalidata (“zero-sei” è poco più di una etichetta suggestiva che attende di essere riempita di condizioni e contenuti..), per le ragioni addotte dai giudici che hanno invece una notevole potenziale “estensibilità” ad altre materie che, in futuro, non mancheranno.

Leggi tutto: La Corte e la scuola

L’incoerenza del Piano Nazionale Scuola Digitale rispetto alla sua finalità

Il ministro Fedeli, al punto 7 dell’atto d’indirizzo Miur, assicura la continuità e la coerenza con il Piano Nazionale Scuola Digitale i cui obiettivi “sono quelli del sistema educativo: le competenze degli studenti, i loro apprendimenti, i loro risultati, e l’impatto che avranno nella società come individui, cittadini e professionisti …. per rispondere alle sfide di un mondo che cambia rapidamente, che richiede sempre di più agilità mentale, competenze trasversali e un ruolo attivo dei giovani”.

Leggi tutto: L’incoerenza del Piano Nazionale Scuola Digitale rispetto alla sua finalità