Concorso Dirigenti scolastici Lombardia: un altro passo avanti!


Con la Nota MIUR 13800 di ieri 27 dicembre 2013 si compie un importante e decisivo passo avnti nella definizione dell'intricata vicenda del Concorso per i Dirigenti scolastici della Lombardia, che in teoria (salvo altri contenziosi) potrebbe così concludersi con le nomine entro fine anno scolastico.

La Nota raccoglie il parere dell'Avvocatura dello Stato dello stesso giorno, che conferma "la piena validità delle prove orali sostenute con esito positivo".

Pertanto per i già "idonei" (ante TAR e CdS) che hanno superato anche la ricorrezione delle prove scritte imposta dalla Sentenza del Consiglio di Stato del 11 luglio 2013, si chiude questa nuova e imprevista fase del concorso, vedendosi riconosciuto il diritto (sempre sostenuto da Di.S.A.L.) a non dover rifare il colloquio.

Si tratta quindi di un atto di giusto riconoscimento di validità di un passaggio concorsuale non toccato dalla citata sentenza. Questo permette, a chi si vede sollevato da un rinnovato e oneroso impegno di preparazione, di guardare al futuro con maggiore tranquillità.

Con tutta la prudenza che è necessario adottare in questa vicenda (come ha fin qui amaramente insegnato) ancora nel pieno del suo sviluppo, per alcuni versi anche non del tutto prevedibile, è possibile intravvedere una prospettiva positiva anche per tutta la scuola lombarda, con il possibile (anche se parziale) superamento di un'emergenza che ne mina il livello di efficienza e che alla lunga rischia di divenire rassegnata abitudine.