Errata corrige

In riferimento all’articolo “Gender in classe. Parte la rieducazione dei genitori. Proteste dei genitori” a firma di Emanuela Mecucci del 31/12/2013 si precisa quanto segue:

  • Il Forum delle Associazioni Genitori  (FONAGS) presso il Miur  composto dalle seguenti  associazioni: AGE; AGESC; CGD; FAES e MOIGE non ha mai elaborato un documento o una dichiarazione  condivisa ed unitaria relativamente all’educazione all’affettività, al rispetto delle diversità, alle pari opportunità. (art.16 comma d), del decreto “l’istruzione riparte”.

Pertanto l’affermazione per cui si attribuisce allo stesso comma ..”l’obiettivo occulto di introdurre nella scuola una precoce educazione sessuale fondata sulla teoria del gender e una deriva verso il pensiero unico” è attribuibile solo alle associazioni intervistate dalla giornalista e non al Fonags stesso.

  • Il Coordinamento Genitori Democratici (CGD) saluta con favore l’introduzione nella scuola italiana dell’educazione all’affettività e trova nel già citato articolo 16, che apre alle università ed alle associazioni tutte la formazione degli attori della scuola, la premessa di un democratico pluralismo.

 

 

 

Angela Nava Mambretti

Presidente Nazionale CGD Onlus

 

Roma, 2 gennaio 2013